Prevediamo di viaggiare in aereo tra poco (o tra molto) e vogliamo lavorare ai ferri o all’ uncinetto durante il volo? Sì può o non si può?

PREPARE FERRI, UNCINETTI E LAVORO PER L’ IMBARCO

Questi sono alcuni suggerimenti pratici ricevuti da chi viaggia frequentemente per affrontare senza paura e con più facilità i controlli di sicurezza:

– prediligiamo ferri o uncinetti in bambù o comunque non metallici (anche se le linee guida citate in precedenza non fanno distinzioni di materiali, il “legno” appare sempre meno pericoloso del “ferro”);

set circolari fissi in bamboo di Hiya Hiya

– portiamo ferri circolari componibili, staccando le punte dai cavi prima di imbarcarci e riponendole in un astuccio separato (astuzia di un’ amica: un astuccio di penne e matite in cui si confonderanno più facilmente), il lavoro resterà sospeso sul cavo con gli appositi fermi;

– portiamo un lavoro già avviato (magari non una coperta): sarà più semplice spiegare a chi ci chiede dettagli, soprattutto se completamente profano, a che cosa servono quegli strumenti;

– imbarchiamo nella stiva un paio di punte sostitutive: in caso di confisca delle punte in uso, il lavoro avviato sarà salvo in sospeso sul cavetto e potremo poi proseguirlo a destinazione con le punte in valigia;

– prepariamo una busta imbottita pre-affrancata e pre-indirizzata che possa contenere i nostri strumenti e il nostro lavoro per rispedire tutto a casa se non dovessimo passare i controlli.

E se all’ ultimo momento non sapete dove trovare le punte in bambù, eccole qui: http://difilato.com/products/ferri-per-materiale/bamboo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *