VOLARE LAVORANDO CON FERRI E UNCINETTI – parte 2

Prevediamo di viaggiare in aereo tra poco (o tra molto) e vogliamo lavorare ai ferri o all’ uncinetto durante il volo? Sì può o non si può?

PREPARE FERRI, UNCINETTI E LAVORO PER L’ IMBARCO

Questi sono alcuni suggerimenti pratici ricevuti da chi viaggia frequentemente per affrontare senza paura e con più facilità i controlli di sicurezza:

– prediligiamo ferri o uncinetti in bambù o comunque non metallici (anche se le linee guida citate in precedenza non fanno distinzioni di materiali, il “legno” appare sempre meno pericoloso del “ferro”);

set circolari fissi in bamboo di Hiya Hiya

– portiamo ferri circolari componibili, staccando le punte dai cavi prima di imbarcarci e riponendole in un astuccio separato (astuzia di un’ amica: un astuccio di penne e matite in cui si confonderanno più facilmente), il lavoro resterà sospeso sul cavo con gli appositi fermi;

– portiamo un lavoro già avviato (magari non una coperta): sarà più semplice spiegare a chi ci chiede dettagli, soprattutto se completamente profano, a che cosa servono quegli strumenti;

– imbarchiamo nella stiva un paio di punte sostitutive: in caso di confisca delle punte in uso, il lavoro avviato sarà salvo in sospeso sul cavetto e potremo poi proseguirlo a destinazione con le punte in valigia;

– prepariamo una busta imbottita pre-affrancata e pre-indirizzata che possa contenere i nostri strumenti e il nostro lavoro per rispedire tutto a casa se non dovessimo passare i controlli.

E se all’ ultimo momento non sapete dove trovare le punte in bambù, eccole qui: http://difilato.com/products/ferri-per-materiale/bamboo

About Cinzia

4 thoughts on “VOLARE LAVORANDO CON FERRI E UNCINETTI – parte 1

  1. Monica Filoni

    In aereo per quanto mi riguarda non si possono usare i ferri in metallo, Chiagoo o Hyja Hiya per esempio bensì in legno. Domenica vado alla H&H a Colonia e vedo se trovo dei ferri in ebano. Li ho visti su internet ma da un pò di tempo non li vedo più su google. Speriamo rieascano a sopravvivere tra le mie mani che sopportano solo quelli forti di acciaio, che non si piegano per niente. Vedremo.

    1. Cinzia

      Ciao Monica,

      Ho recentemente volato con Easyjet in Scozia, verso l’ Edimburgh Yarn Festival 2017, e ho lavorato sia all’andata che al ritorno con i circolari fissi Hiya Hiya, nel bagaglio a mano avevo ferri di ricambio fissi e intercambiabili, uncinetti, spille di sicurezza mini, il set per pompom in plastica e un taglia filo: nessun problema in entrambi gli aeroporti!

      Grazie

  2. silvia

    possiamo quindi parlare di KNITiquette?

    1. Cinzia per Difilato

      Buona questa 🙂


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *