3 Progetti Scacciapensieri (1)

Ripetere un’ azione meccanica monotona, ordinata e precisa, costringe la mente a seguire il movimento delle mani e la astrae dalle preoccupazioni. Lavorare a maglia o uncinetto produce gli stessi benefici della meditazione e della preghiera, con l’ ulteriore vantaggio di lasciarci tra le mani un lavoro finito e aumentare così anche la nostra autostima.

Ci sono anche studi scientifici che ci spiegano come il ritmo costante e ripetuto dei ferri e dell’ uncinetto che intrecciano il filo attivi la zona prefrontale della corteccia cerebrale che è adibita ai pensieri superiori, abbassando il cortisolo (l’ ormone prodotto in caso di stress). Io mi accontento di avere una spiegazione plausibile per poter comprare altri filati.

Portiamo questa scienza alle vette. Cercando un’ idea per un lavoro all’ uncinetto che fosse totalmente senza pensieri, con uno schema semplicissimo (uno di quelli in cui “le mani vanno da sole”), ho pensato al punto più semplice per eccellenza: la catenella. Che ci faccio con la catenella? Sì fa (per chilometri!) quando si impara, è il supplizio di un avvio che non viene mai abbastanza regolare, mica è “lavorare” vero. E invece, può essere la base portante di un bell’ accessorio.

Vi propongo 3 progetti, tutti eseguiti con la sola catenella e pochissima maglia bassa, adatti anche ai super-principianti ma che danno come prodotto finito un accessorio bello, elegante, unico, e di grande impatto. Proviamo a farli insieme, in una mini-serie di 3 post, uno per ogni progetto: uno scaldacollo, una kefiah e una collana.

1 – Scaldacollo di catenelle

Prendete un uncinetto misura tra 5mm e 8mm, un gomitolo di filato di spessore adatto all’ uncinetto scelto, invernale o estivo purché sia moooolto morbido e non pizzichi. Iniziate a fare catenelle. Catenelle, catenelle, catenelle, continuate con le catenelle finché finisce il filato o la vostra voglia di uncinettare. Che cosa facciamo ora con i chilometri di catenelle prodotti?

Una collana calda:

The Chain Necklace - Sara Dudek

Questa è di Sara Dudek di Sans Limites Crochet, le istruzioni in inglese sono scaricabili gratuitamente su Ravelry. Fondamentalmente, tantissime catenelle cucite ad anello e un trucco per nascondere il punto di sutura.

Facciamo bello scaldacollo:

Spring Chain Cowl - MaybeMatilda

Rachel mostra tutto il procedimento per farlo (anche le catenelle passo-a-passo) sul suo blog MaybeMatilda.

Facciamo una sciarpona elegante e sepre di tendenza negli ultimi anni, una sciarpona infinita (Infinity Scarf) ad anello:

Cowl - Nomsa

Questa è di Ashlee, velocissima e caldissima, spiegata nel suo blog Nomsa.

Il procedimento è simile per tutte e 3 le varianti, cambiano lo spessore e la quantità di filato utilizzato. Tutte le descrizioni sono in inglese, se avete difficoltà con l’ originale, chiediamo insieme alle varie creatrici di poter pubblicare una traduzione in italiano.

Nel prossimo post, una kefiah sorprendente.

About Cinzia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *